forza1Da un punto di vista puramen­te meccanico il concetto primi­tivo di forza è insito nello sfor­zo muscolare che si compie ogni qualvolta vogliamo spin­gere, tirare, impedire il moto, deformare un corpo, Così, per esempio, quando si alza un bilanciere, quando si spinge una cassa sopra un pavimento, si applica una forza; un ci­clista esercita una forza sui pedali per far muovere la bici­cletta. Un'automobile si muove sotto la spinta della forza sviluppa­ta dal motore; un razzo si muo­ve sotto l'azione di una forza che si sviluppa in seguilo alla combustione dei gas. In generale una forza applica­ta a un corpo, libero di muo­versi, lo mette in movimento; diciamo per questo che le for­ze producono effetti dinamici.

forzaUn altro effetto della forza è la deformazione di una molla, In questo caso diciamo che la forza è in grado di deformare il corpo momentaniamente, cioè finche agisce la forza.Le forze possono anche arre­stare il movimento dì un cor­po, come avviene, per esem­pio, quando si preme sul peda­le dei freni dì un'automobile in movimento. Se il corpo al quale è applicata la forza non è libero di muo­versi, ma, come si suoi dire, è vincolato, la forza produce in generale una deformazione sia del corpo che del vìncolo. In questa sezione parleremo di semplici esperienze dove sono presenti forze statiche.

  1. Verifica della Regola del Parallelogramma
  2. Equilibrio sul piano inclinato
  3. VERIFICA DELLE CONDIZIONE DI EQUILIBRIO DI UN CORPO RIGIDO